Archivi del mese: aprile 2009

La battaglia del Cesano, 9/11 agosto 1944

Per festeggiare il 25 aprile, Festa della Liberazione dal nazi-fascismo,  dopo gli articoli sulla Resistenza e le attività dei partigiani a Castelleone di Suasa e la biografia di Luigi Salvini del C.I.L., ho pensato di recuperare un altro pezzetto della nostra storia che si sta disgregando e scomparendo come lacrime nella pioggia.

Utilizzando le pochissime ma interessanti risorse (1, 2) presenti in rete, ho scritto per Wikipedia in lingua italiana la voce sulla Battaglia del Cesano.

Il passaggio del fronte che attraversò l’Italia da Sud a Nord proprio come un’onda di piena, poderosa lenta ed inesorabile, ebbe il suo evento culminante (per la nostra vallata) nella Battaglia del Cesano.

Lo scontro avvenne tra il 9 e l’11 agosto 1944 tra i Nazisti (la 71a e la 278a divisioni di fanteria) in lenta ma non rassegnata ritirata e gli Alleati: il II corpo d’armata polacco composto dalla III divisione Carpazi e dalla V divisione Kresowa comandato da Władysław Anders, unitamente al Corpo Italiano di Liberazione (CIL) comandato dal generale Umberto Utili, agli inglesi che erano presenti con due reggimenti di artiglieria e due reggimenti corazzati (7° Ussari e Household Cavalry), i partigiani della Brigata Maiella, la 111a compagnia di difesa dei ponti (unità mista italo-polacca).

La battaglia costò al corpo polacco 82 morti, 304 feriti e 4 dispersi e ai tedeschi 200 morti, 600 feriti e 300 prigionieri. La valle del Cesano venne liberata e il fronte si spostò nella valle del Metauro per la successiva Battaglia del Metauro (non quella punica…) iniziata nella notte del 17/18 agosto, preludio per il sincopato e cruento attacco alla Linea Gotica.

La Liberazione, il “25 aprile”, a Castelleone di Suasa e in tutta la valle del Cesano arrivò nell’agosto del 1944.

Invito tutti a leggere la voce su Wikipedia, modificarla per correggere gli errori, per migliorarla, dettagliarla ed approfondirla, segnalando ulteriori e più autorevoli fonti.

Ricordare, discernere, fare chiarezza… credo sia il modo migliore per commemorare questi eventi fondanti per la nostra democrazia.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Castelleone di Suasa